La base ideologica del programma Diritto e Giustizia [Prawo i Sprawiedliwość] è il rispetto per la dignità intrinseca e inalienabile di ogni essere umano. La tutela di questa dignità è l'obbligo supremo e la giustificazione per l'esistenza di una comunità politica. Questa dignità è il fondamento dei diritti più elementari della persona umana. Tre di questi diritti sono di particolare importanza: il diritto alla vita, il diritto alla libertà e il diritto all'uguaglianza radicato nella solidarietà umana. 

Respingiamo decisamente frequentemente riscontrata, sia nella storia della idea che nella politica, la contraposizione di sicurezza e libertà. Adottando un concetto personalistico dell'uomo e una visione solidale dell'ordine sociale, si può superare questa contraddizione utilizzando meccanismi e procedure democratiche. Solo la democrazia garantisce ad un individuo la soggettività, cioè l'essere cittadino, solo nella democrazia può essere costruito l'equilibrio delle forze sociali, che consente una politica giusta ed è anche una condizione per lo stato di diritto. 

Sia lo sviluppo rapido sia la crescente autostima tra i polacchi che, li hanno persi, richiedono non solo uno stato sovrano e democratico, ma anche uno stato efficiente. 

Lo Stato deve avere una reale capacità di combattere le patologie  e non si pùo permettere che i suoi organi siano utilizzati da centri di predisposizione esterni che agiscono a proprio vantaggio. 

Vogliamo che la sfera della libertà, dell'uguaglianza, della solidarietà e della giustizia sia l'intera Europa e crediamo che il modello di vita sociale fondato sui valori della nostra tradizione, una volta attuato, possa avere un impatto significativo attraverso un buon esempio. Tuttavia, rifiutiamo qualsiasi azione finalizzata all'unificazione culturale. 

Rifiutiamo la correttezza politica, cioè le restrizioni che sono sempre più dolorose per molti europei, imposte oggi non solo attraverso l'aggressione culturale, ma anche attraverso azioni amministrative e repressione penale. 

Lo Stato nazionale sovrano è per noi un valore chiave, perché senza di esso altri valori che consideriamo fondamentali non possono essere realizzati. Uno stato sovrano, democratico, rispettoso della legge, ma allo stesso tempo efficiente, dove le famiglie polacche possono  vivere e svilupparsi. Un tale stato è possibile se ci sviluppiamo come nazione, una comunità di polacchi liberi, una comunità di famiglie polacche, un organismo economico, un'entità politica e un modello culturale. Il rapido sviluppo e la fondamentale modernizzazione della nostra economia sono i migliori garanti del miglioramento del benessere delle famiglie polacche. Dobbiamo rafforzare il nostro Stato e la democrazia in Polonia, senza di loro non saremo in grado di raggiungere i nostri obiettivi fondamentali. 

(Programma Legge e Giustizia, 2014)

  • Jarosław


    Kaczyński

    Prezes PiS
  • Beata


    Szydło

    Wiceprezes PiS
  • Mateusz


    Morawiecki

    Premier RP, Wiceprezes PiS
  • Joachim


    Brudziński

    Wiceprezes PiS
  • Antoni


    Macierewicz

    Wiceprezes PiS
  • Mariusz


    Błaszczak

    Wiceprezes PiS
  • Mariusz


    Kamiński

    Wiceprezes PiS
  • Ryszard


    Terlecki

    Przewodniczący Klubu Parlamentarnego PiS
  • Radosław


    Fogiel

    Rzecznik prasowy PiS i KP PiS
  • Elżbieta


    Witek

    Marszałek Sejmu RP
  • Krzysztof


    Sobolewski

    Sekretarz Generalny